PRESENTAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE

Questa sezione si propone di presentare l'Associazione Amici del Gradenigo: la sua storia, la mission, le sue attività e l’organo direttivo. Siamo una associazione di promozione sociale che si avvale prevalentemente delle attività prestate in regime di volontariato dai propri aderenti, al servizio degli associati stessi e dell'intera collettività locale. Il positivo risultato delle nostre attività è testimoniato dal caloroso seguito che abbiamo presso soci e simpatizzanti, ma anche dal continuum delle partnership che da anni teniamo con le pubbliche istituzioni e col mondo economico locale che ci assicurano, le une, qualità di prestazioni, le altre, finanziamenti pronti e generosi.

Chi siamo

Acquerello di Palazzo GradenigoL'Associazione Amici del Gradenigo nasce il 25 febbraio 1998 a Piove di Sacco, provincia di Padova con atto n. 52998 del notaio Leotta, dopo un biennio di esistenza come comitato costituito l’8 dicembre 1996, a sua volta nato dalla volontà di un gruppo molto ristretto e operante fin dai primi mesi del ’95. Scopo sociale è “la tutela e la valorizzazione del complesso architettonico e ambientale denominato “Palazzo Gradenigo” di Piove di Sacco” che allora versava in condizioni molto preoccupanti. Da allora l'Associazione ha combattuto e vinto importanti battaglie, contribuendo in modo determinante a mettere in sicurezza il palazzo, grazie agli interventi strutturali alle facciate e ai solai, allora pericolosamente appesantiti da un’enorme quantità di calcinacci e da tramezze in laterizio costruite nel secondo dopoguerra per fare, dei favolosi salotti veneziani, appartamenti da affittare. Grazie all’Associazione sono stati reperiti fondi statali e regionali impiegati per il risanamento strutturale secondo un progetto di restauro strettamente filologico elaborato e realizzato, fin dove gli stessi fondi lo consentivano, dall’arch. Luigi Cerocchi funzionario della Soprintendenza ai Beni Architettonici e al Paesaggio del Veneto orientale. Molto rimane ancora da fare per riportare al suo antico splendore questo palazzo, vera e propria "Reggia della Saccisica”, come ebbe a definirla Giuliana Ericani, la prima e più profonda conoscitrice del palazzo. All’interno, l’enorme superficie affrescata, in buona parte nascosta da scialbatura e quindi stimata in circa 2.000 mq, ne fa una delle testimonianze più valide e stimolanti del periodo barocco nel territorio della Serenissima. Tuttavia i suoi stupendi e sorprendenti scenari dipinti dalla scuola dei Galli Bibiena sono praticamente sconosciuti, anche dagli stessi abitanti di Piove di Sacco e da quelli del suo bacino storico comprensoriale: la Saccisica. L’opera della nostra Associazione, il suo costante impegno, sono stati e saranno sempre la difesa del palazzo, della storia e della cultura che esso rappresenta, non solo per Piove di Sacco, ma anche per l’Italia e per l’umanità intera. Il 18 giugno 2005 l’Associazione amplia l’oggetto sociale estendendo il suo interesse di tutela e di valorizzazione al patrimonio della città di Piove di Sacco e della Saccisica, esse stesse fortemente permeate di “venezianità”; ne soino conseguite numerose iniziative di recupero di importanti opere d’arte, con particolare interesse verso quelle a più alto rischio di conservazione. Per un più vasto orizzonte per l’Arte, recentemente l'Associazione si è posta nuovi e ambiziosi obiettivi: l'organizzazione di convegni volti alla conoscenza delle attuali tendenze creative. Il Direttivo

Le nostre attività

L'Associazione Amici del Gradenigo si distingue, in loco, per la notevole varietà e quantità di iniziative, sempre caratterizzate da una qualità che le viene riconosciuta da enti e imprese che costantemente collaborano. Le iniziative che negli anni vengono realizzate con una certa costanza divenendo quasi una tradizione sono le seguenti: Concerti nelle chiese minori di Piove di Sacco in occasione del santo titolare Concerti nei palazzi storici della città o nei relativi giardini Il “Concerto per San Martino” eseguito presso l’ottocentesco Teatro Filarmonico locale, in onore del santo patrono di Piove di Sacco, la sera del 10 novembre. L’assegnazione della “Borsa di studio Maria Luigia Radini Tedeschi”, incentrata sulla conoscenza della Storia e del Patrimonio artistico locali, riservata ai ragazzi delle classi terze medie della città Visite guidate ai monumenti e agli altri beni culturali di Piove di Sacco Cicli di conferenze sulla cultura e la storia di Piove di Sacco Convegni sull'arte contemporanea Iniziative di raccolta di fondi destinati al restauro di opere d'arte Organizzazione di gite sociali Attività di diffusione della cultura e delle tradizioni locali Realizzazione di pubblicazioni sul patrimonio culturale locale, prevalentemente realizzate il collaborazione col Ministero per i Beni e le Attività Culturali Collaborazioni con le scuole locali di ogni ordine e grado Mostre a tema, prevalentemente realizzate il collaborazione col Ministero per i Beni e le Attività Culturali Pur conservando filoni tematici incentrati su argomenti forti della cultura locale, abbiamo realizzato anche iniziative di interesse più generale, quali cicli di conferenze sulla "Divina Commedia" e su “I promessi sposi”.

Organigramma

L'organo volitivo dell’Associazione Amici del Gradenigo è il Direttivo, costantemente coadiuvato dalla Commissione permanente. Il primo, composto da 9 membri eletti ogni tre anni dall’Assemblea dei soci, progetta e realizza iniziative, tiene rapporti con enti e imprese; la seconda coadiuva efficacemente il primo nella realizzazione delle iniziative dell’Associazione, raccoglie un numero variabile di persone comprendendo di diritto tutti coloro che si sono messi in lista all’epoca delle elezioni ma che hanno raccolto consensi insufficienti e rientrare nel Direttivo. Alla Commissione permanente possono partecipare tutti gli Amici del Gradenigo che ne fanno richiesta. Normalmente la partecipazione alla Commissione permanente è propedeutica all’ingresso nel Direttivo.

I membri del Direttivo attualmente in carica (per il periodo 2014-2017) sono: Miotto Mario (Presidente), Maniero Agostino, Grigoletto Lorenza (Vice Presidente), Santaterra Massimino, Sarto Giuliano, Bozzolan Elia, Ranzato Laura (Verbalizzatore), Magnarello Fernanda, Roselli Benedetto.

I membri della Commissione permanente sono: Visentin Patrizia e Pivato Luca.

Una speciale menzione va data alla sensibilità e all’intuito di quelle persone che nel 1998 hanno costituito la nostra Associazione, le stesse che formavano il preesistente Comitato del 1996: - Lia Umberta Biagi - Paola Buja - Antonia Dan - Renzo Fontana - Carlo Marin - Guido Milani - Mario Miotto - Gianni Patella - Massimino Santaterra.

Il Direttivo